Sicurezza a scuola

Piano di sicurezza dell'I.I.S.S. von Neumann

La scuola ha la responsabilità diretta di garantire la sicurezza degli studenti e delle altre componenti scolastiche, in quanto luogo privilegiato e deputato per la promozione della salute a favore di tutti coloro che operano al suo interno e nell’ottica di un miglioramento duraturo dello stile di vita. Il D.Lgs.81 del 9 aprile 2008 recepisce in Italia le direttive della Unione Europea atte a promuovere la salute e la sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro. Il D.Lgs.81/08 si applica alla scuola tenendo conto delle particolari esigenze del servizio, individuate dal Ministero della Pubblica Istruzione col decreto 19 settembre 1998, n° 382.
In allegato i documenti necessari per la conoscenza e la messa in pratica del Piano di sicurezza dell'I.I.S.S. Von Neumann, elaborato per entrambe le sedi.

Assegnazione compiti per il mantenimento ed il miglioramento delle misure di prevenzione e protezione

 


Visto il Decreto Legislativo 81/2008, in attesa del perfezionamento delle singole nomine, si confermano e/o si assegnano di seguito i compiti relativi al mantenimento ed il miglioramento delle misure di prevenzione e protezione:

  • RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE:
    • Arch. Amelio Rosati, con incarico della Soc. EUSERVICE srl,  fino al 31/12/2017
  • ADDETTO AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE, con compiti di coordinamento delle due sedi:
    • Prof.ssa Rosanna Carovana in collaborazione con i referenti dell'ufficio tecnico proff. Saverio Musone (via Pollenza) e Damiano De Giorgi (via del Tufo)
  • PREPOSTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE, aventi il compito di sovraintendere all'attività lavorativa, affinchè vengano osservati tutti gli obblighi di legge e tutte le disposizioni aziendali in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori durante il lavoro:
    • Prof.ssa Francesca Di Martino - sede di via Pollenza
    • prof.ssa Giovanna Vitaletti - sede di via del Tufo
    • sono inoltre preposti al servizio di prevenzione e protezione tutti i docenti che utilizzano palestra e laboratori nel momento dell'impiego di tali spazi.
  • ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO
N. Nome e Cognome Qualifica Sede
1 De Santis Clara Collab. Scolastico via Pollenza
2 Nardini Tatiana Collab. Scolastico via Pollenza
3 Lioy Luisa Collab. Scolastico via Pollenza
4 Simoni Franca  Assist. Tecnico via Pollenza
5 Campanelli Patrizia Collab. Scolastico via del Tufo
6 Marchese Giuseppina Collab. Scolastico via del Tufo
7 Spiriticchio Roberta Collab. Scolastico via del Tufo
8 De Luca Anna Lisa Collab. Scolastico via del Tufo
9 D’Angelo Emilio Assistente Tecnico via del Tufo
  • ADDETTI ANTIINCENDIO
1 Giandomenico Fabiana Docente via Pollenza
2 Gentile Maria Docente via Pollenza
3 Iorio Armando Assistente Tecnico via Pollenza
4 Tumminaro Domenica Collab. Scolastico via Pollenza
5 Rossetti Alessandra Collab. Scolastico via Pollenza
6 Pellegrini Fausto Assistente Tecnico via del Tufo
7 Sassaroli Silvana Assistente Tecnico via del Tufo
8 Savi Giancarlo Collab. Scolastico via del Tufo
9 Diana Carmela Collab. Scolastico via del Tufo
 
Si rimane in attesa di indicazione del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, da parte della RSU.

Il Dirigente Scolastico
Anna Patrizia Minniti


Segnalazioni in caso di emergenza

  • ALLARME: Serie di almeno 10 suoni intermittenti
  • EVACUAZIONE: Un suono continuo e prolungato
  • CESSATO ALLARME: Tre suoni intermittenti

(In mancanza di energia elettrica i segnali verranno emanati con fischietto)
Schede relative ai comportamenti in caso di segnale di allarme:

La segnaletica di sicurezza

La segnaletica di sicurezza è il mezzo più diretto per estendere le informazioni agli occupanti dei luoghi di lavoro. Alcuni esempi:

Cartelli di divieto Forma rotonda - Pittogramma nero su fondo bianco, bordo e banda rossi - Esempi: Vietato fumare - Vietato ai pedoni
Cartelli di avvertimento Forma Triangolare - Pittogramma nero su fondo giallo - Esempi: Pericolo di inciampo - Pericolo apparecchiature sotto tensione
Cartelli di prescrizione Forma rotonda - Pittogramma bianco su fondo azzurro: Passaggio obbligatorio per i pedoni, Guanti di protezione obbligatoria
Cartelli di salvataggio Forma quadrata o rettangolare - Pittogramma bianco su fondo verde Esempi: Pronto soccorso, Percorso, Uscita di emergenza
Cartelli per le attrezzature antincendio Forma quadrata o rettangolare - Pittogramma bianco su fondo rosso Esempi: Estintore, Manichetta antincendio
Ostacoli Per la segnalazione di ostacoli e di punti di pericolo, per segnalare i rischi di urto contro ostacoli vanno utilizzate fasce di colorazione gialle nere ovvero rosse e bianche con inclinazione di circa 45 gradi
Vie di circolazione Le vie di circolazione dei veicoli vanno segnalate con strisce continue di colore bianco o giallo.

Condividi contenuti